Il boom del fotovoltaico in Italia è stato reso possibile grazie all’incentivazione in conto energia. In questo articolo scopriamo il percorso del fotovoltaico in Italia tra il 2005 e il 2013.

Il fotovoltaico negli anni è stato soggetto a diversi interventi di incentivazione, anche in virtù delle direttive europee e dal pacchetto clima-energia 20-20-20, che puntava entro il 2020 a 3 obiettivi:

  1. ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra;
  2. portare al 20% il risparmio energetico;
  3. aumentare al 20% l’utilizzo di energia rinnovabile.

Obiettivi che per 2/3 sono stati raggiunti e che hanno visto già gli occhi puntati al 2030 con nuovi obiettivi, questo in primis anche alla massiccia campagna di incentivazione avuta tra il 2005 e il 2012, con i cosiddetti “Conti Energia”.

Ma cosa sono i conti energia?

I Conti Energia

Il conto energia è stato un programma che ha avuto, appunto, lo scopo di incentivare la diffusione del fotovoltaico, attraverso il riconoscimento ventennale di incentivi statali.

In totale sono 5 i conti energia che si sono susseguiti negli anni, tra il 2005 e il 2013, prevedendo una serie di benefici economici riconosciuti direttamente dallo Stato, sia sull’energia prodotta, sia su quella consumata che su quella “venduta” alla rete.

Il conto energia in Italia ha una storia che parte dal 2005 e si evolve in 5 diverse tappe.

Era il 19 settembre 2015 quando si è avuto il via libera per incominciare a poter installare impianti fotovoltaici sottoscrivendo contestualmente una convenzione con il GSE, il Gestore dei Servizi Energetici, per il riconoscimento degli incentivi.

Il primo conto energia duro dal 2005 al 2007, e prevedeva il riconoscimento di un contributo per tutta l’energia prodotta. Nello specifico venivano riconosciuti quasi 50 centesimi di euro per ogni chilowattora prodotto dall’impianto fotovoltaico.

Il secondo e il terzo conto energia hanno visto la loro operatività tra il 2007 e il 2010. Dal punto di vista dell’incentivazione non subirono grossi modifiche, quello che fu modificata fu l’aspetto burocratico, dove vennero curati alcuni aspetti, differenziando il riconoscimento gli incentivi per potenza e tipo di impianto.

Se fin qui l’utilizzo di impianto fotovoltaico veniva visto più come un investimento più che sulla possibilità di prodursi energia autonomamente, con il quarto e quinto conto energia le cose cambiarono radicalmente.

Difatti, prima nel 2011-2012 con il quarto conto energia, e successivamente con nel 2012-2013 con il quinto Conto Energia, venne introdotto un importante principio legato al premio dell’auto-consumo: la tariffa omnicomprensiva.

Con questo cambiamento il beneficio economico veniva riconosciuto esclusivamente sull’energia prodotta e auto consumata, cosa che in precedenza risultava essere più svantaggiosa, in quanto gli incentivi erano di gran lunga superiori per l’energia immessa e rivenduta in rete.

Fine degli incentivi

Il quinto conto energia fu l’ultimo e termino nel giugno del 2013.

Dal luglio del 2013 difatti vennero rese definitive una serie di detrazioni fiscali, ancora in vigore oggi, che in ogni caso rendono ancora interessante la possibilità di risparmiare sull’installazione di un impianto fotovoltaico e di conseguenza sulla spesa energetica.

Grazie all’incentivazione in conto energia è stato reso possibile far conoscere agli italiani questa tecnologia in grado di produrre energia direttamente dal sole. Difatti, prima del lancio dei conti energia, l’Italia risultava essere agli ultimi posti in merito alla produzione da fonti rinnovabili, permettendo tutta una serie di sviluppi!

L’auto-produzione di energia elettrica rappresenta oggi una soluzione davvero smart, economica ed ecologica e con il progredire dello sviluppo tecnologico, e quindi con la possibilità di utilizzare batterie di accumulo, i cosiddetti storage, si avrà la possibilità di poter conservare quantità di energia maggiori, rendendo questa tecnologia sempre più curiosa.

Bollette&Fotovoltaico la guida

Con il nuovo progetto Revoluce, Energia Zero Truffe, ci impegniamo ogni giono a creare contenuti di valore per i nostri lettori, tra cui anche guide complete!

Dopo le prime due dedicate al canone rai e al gas, la terza l’abbiamo voluta dedicare a tutto il mondo inerente a Bollette&Fotovoltaico, un mondo affascinante quanto articolato.

Nella nuova guida avrai modo di approfondire:

  • Lo sviluppo negli anni della tecnologia fotovoltaica;
  • Il boom del fotovoltaico in Italia grazie al sistema di incentivazione;
  • Come vengono gestiti tutti i vari incentivi;
  • Tutte le agevolazioni oggi presenti.

E come nel nostro stile non potevano mancare delle chicche interessati su questo mondo, non tralasciando gli errori da evitare per non cadere nelle truffe!

Insomma, una ricca guida di informazioni per permetterti di conoscere tutto sul mondo del fotovoltaico!

Che aspetti?

Scarica la guida completa e scopri tutto su Bollette&Fotovoltaico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta aggiornato su tutte le novità del mondo dell’energia e scopri come non subire truffe e raggiri grazie alle Guide targate Energia ZeroTruffe.