Lo Scambio sul posto è un contratto che il titolare di un impianto fotovoltaico può stipulare con il GSE, attraverso il quale l’energia elettrica prodotta non consumata viene riconosciuto un contributo economico. In questo articolo approfondiremo più da vicino come funziona questo servizio e i vantaggi per i clienti finali.

Ancora oggi diverse persone vengono prese dall’idea di installare un mega impianto fotovoltaico, magari su un vecchio terreno abbandonato, sostituendo quei pochi alberi incolti e vivere di rendita.

Stupendo!

Purtroppo, o per fortuna, oggi questa operazione risulterebbe alquanto sconveniente in termini economici, in quanto le “speculazioni” sull’installazione di impianti fotovoltaici, hanno visto la parola fine contestualmente al mancato rinnovo dell’incentivazione in conto energia, concluso nel 2013.

Oggi ci sono ben altri vantaggi, e ben altri obiettivi, per chi utilizza un impianto fotovoltaico, i meccanismi sono cambiati, puntando sempre più a poter rendere indipendenti le abitazioni dal punto di vista energetico.

Una delle soluzioni adottate per riuscire in ciò è il SSP, acronimo del servizio di scambio sul posto.

Cos’è lo scambio sul posto

Quando si utilizza un impianto fotovoltaico subentrano dei meccanismi diversi su come utilizzare l’energia e quindi ottimizzare costi e consumi.

Difatti, l’energia auto prodotta può essere consumata nello stesso istante in cui viene generata, ciò è cosa semplice in quanto basta mettere in funzione una serie di apparecchiature elettriche durante le ore diurne, ovvero quando l’impianto è in produzione.

Un’altra alternativa potrebbe essere quella di conservala, attraverso dei sistemi di accumulo, nonché delle batterie, permettendo così l’utilizzo nelle ore in cui la produzione non riesce a soddisfare l’intero fabbisogno di consumo. In questo caso bisogna anche valutare un eventuale costo extra per l’acquisto di tali sistemi di accumulo.

C’è anche una terza possibilità, sottoscrivere un contratto di scambio sul posto con il Gestore dei Servizi Energetici, cosa vuol dire questo? Lo vediamo subito!

Il servizio di Scambio sul Posto è una sotto forma di autoconsumo che consente di compensare l’energia elettrica prodotta e immessa in rete, con quella prelevata e consumata in un altro momenti rispetto a quello in cui avviene la produzione.

Nella pratica è come se ci fosse un vero e proprio immagazzinamento virtuale dell’energia elettrica prodotta e non immediatamente consumata, tuttavia la compensazione vera e propria è di tipo economico.

Il contributo di scambio sul posto

Dicevamo quindi che la compensazione derivante dallo scambio sul posto è di tipo economico, difatti i kWh di energia elettrica prodotti dal proprio impianto, e non immediatamente consumati, vengono immessi nella rete pubblica e contabilizzati da un contatore, grazie alla presenza di un contatore bidirezionale.

Il valore economico che ne deriva dal servizio di scambio sul posto si chiama contributo in conto scambio, il quale andrà a compensare e rimborsare parte della spesa energetica che il cliente finale ha sostenuto per prelevare dalla rete nei momenti in cui l’impianto non produce, tipicamente le ore notturne.


Il GSE è incaricato di gestire e contabilizzare queste attività di scambio energetico, rilasciando il contributo in conto scambio degli accrediti direttamente sul conto corrente dell’utente.

Bollette&Fotovoltaico la guida

Con il nuovo progetto Revoluce, Energia Zero Truffe, ci impegniamo ogni giono a creare contenuti di valore per i nostri lettori, tra cui anche guide complete!

Dopo le prime due dedicate al canone rai e al gas, la terza l’abbiamo voluta dedicare a tutto il mondo inerente a Bollette&Fotovoltaico, un mondo affascinante quanto articolato.

Nella nuova guida avrai modo di approfondire:

  • Lo sviluppo negli anni della tecnologia fotovoltaica;
  • Il boom del fotovoltaico in Italia grazie al sistema di incentivazione;
  • Come vengono gestiti tutti i vari incentivi;
  • Tutte le agevolazioni oggi presenti.

E come nel nostro stile non potevano mancare delle chicche interessati su questo mondo, non tralasciando gli errori da evitare per non cadere nelle truffe!

Insomma, una ricca guida di informazioni per permetterti di conoscere tutto sul mondo del fotovoltaico!

Che aspetti?

Scarica la guida completa e scopri tutto su Bollette&Fotovoltaico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta aggiornato su tutte le novità del mondo dell’energia e scopri come non subire truffe e raggiri grazie alle Guide targate Energia ZeroTruffe.